Nel giorno in cui si ricordano la signora Regina, grande tifosa, mancata recentemente a 103 anni, e il dottor Pedone, padre dell’attuale presidente, l’Apu perde la prima partita in casa, dopo aver controllato a lungo la gara.

L’appuntamento era di quelli importanti e quindi in curva sono tornati i componenti della “Vecchia guardia” e sugli spalti c’era il tutto esaurito.

Tra i presenti c’erano Daniele Padelli, uno dei portieri dell’Udinese, con il figlio, a testimonianza di come sia integrato nella nostra città che ha difeso dopo l’accusa di razzismo nei confronti del portiere del Milan, e le ragazze dell’Apu Women omaggiate dalla curva per la recente vittoria contro Trieste.

All’inizio la squadra ha cominciato bene, trascinata da Caroti e Clark, e dalla grinta di Gaspardo, ma nel quarto quarto Forlì ha preso il largo e non c’è stato modo di riprenderla. 

La sconfitta fa perdere la possibilità di partecipare alle finali di Coppa Italia, ma sicuramente servirà da lezione per proseguire il cammino verso altri obiettivi.

Al termine si è vista la delusione sui volti di giocatori e staff, ma non abbiamo dubbi che, insieme, rifletteranno sull’accaduto per migliorare.

Nell’attesa abbiamo avuto la possibilità di conoscere il giovane Benjamin Marchiaro, aggregato da poco alla prima squadra, e la moglie e il figlio di Delia che sono sempre a bordo campo per seguire le gesta di Marcos.

Alessandra

Apu Forli
Apu Forli
Benjamin
Benjamin
Apu Forli

Di Redazione 1

https://www.facebook.com/udineselife

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *