Il bunker di piazza primo maggio ospita un evento artistico di grande spessore per la città con il progetto Wasted, offrendo un incontro che pone come soggetto la figura femminile che si interroga e studia identità e possibilità ,naturalità e funzioni sociali ,relazioni e difficoltà di relazionarsi, linguaggi e scambi relazionali.
Senza soffermarsi sulla facile tematica della denuncia (delle violazioni della femminilità per esempio) questo incontro artistico suggella identità e aiuta a ricavare l’espressività femminile attraverso esperienze individuali e sociali che sono rappresentate e persino narrate.
Le stanze del bunker udinese ci parlano di diritti acquisiti nel corso di una lunga gestazione socio culturale.
Ci parlano di circoscrizione e delimitazione anche di corpi ,di anime, sottolineano urgenze di assunzione di responsabilità in ogni settore della vita sociale
La manifestazione culturale e’ stata presentata durante un incontro pubblico ,dagli organizzatori e dagli amministratori.
Noi ritorneremo in questi giorni sugli artisti e le forme rappresentate
La firma è dell’Associazione io Deposito
Vito Sutto

apvc-icontalk: 0

Di Redazione 1

https://www.facebook.com/udineselife

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *