Si è appena conclusa la 5° prova di Coppa del Mondo Lead presso il Climbing Center di Capodistria in Slovenia.Laura Rogora (Fiamme Oro Moena) col 4° posto in qualifica ha conquistato la semifinale, dove ha ottenuto un ottimo 6° posto e si è guadagnata l’ennesima finale in Coppa del Mondo della sua carriera. Quest’anno la nostra campionessa Rogora è rientrata un po’ in salita da un infortunio, ma ora sta tornando in forma, e lo ha dimostrato conquistando la finale mondiale di Berna.In finale effettua una buona prestazione (33+) e si piazza al 6° posto.Di fronte alla standing ovation del pubblico di casa dopo il suo top sale sul podio l’inarrestabile Janja Garnbret, conquistando il 73° oro della sua carriera. La Garnbret si conferma come l’atleta più forte e completa del panorama sportivo dell’arrampicata mondiale, Vicecampionessa del Mondo Lead, con in tasca già il pass per le Olimpiadi di Parigi conquistato con l’oro in combinata a Berna.Argento per la giapponese Ai Mori, Campionessa del Mondo in carica e anche lei già qualificata per le Olimpiadi di Parigi col terzo posto in combinata ai Mondiali di Berna.Bronzo per l’altra slovena Vita Lukan, sostenuta a gran voce durante la sua gara dal pubblico di casa.Le climber azzurre Ilaria Scolaris (ASD Palavela), Claudia Ghisolfi (Fiamme Oro Moena) e Giorgia Tesio (Centro Sportivo Esercito) si fermano in qualifica al 36°, 41° e 56° posto. Nel comparto maschile Stefano Ghisolfi (Fiamme Oro Moena) e Marcello Bombardi (Centro Sportivo Esercito) in qualifica si piazzano al 14° e 22° posto, conquistando la semifinale. In semifinale si piazzano rispettivamente 19° e 23°, non riuscendo purtroppo ad accedere alla finale.Vince la competizione il fenomeno giapponese Sorato Anraku, Vicecampione del mondo Lead. Questo sedicenne dalla tecnica impressionante è l’unico ad arrivare al top, conquistando non solo il gradino più alto del podio, ma anche -matematicamente- il titolo di vincitore assoluto della Coppa del Mondo di specialità.Argento per l’ottima prestazione dell’americano Jesse Grupper e un bronzo parzialmente inaspettato per lo spagnolo Alberto Ginés López.Gli altri azzurri Michael Piccolruaz (Fiamme Oro Moena), Filip Schenk (Fiamme Oro Moena) e Giorgio Tomatis (Centro Sportivo Esercito) si fermano alle qualifiche col 32°, 34° e 49° posto.Appuntamento con la sesta e ultima gara di Coppa del Mondo Lead a Wujiang, in Cina, il 23 e 24 settembre.
apvc-icontalk: 0

Di Redazione 1

https://www.facebook.com/udineselife

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *