Si conclude con un piazzamento tra i primi 20 il ritorno in Coppa del Mondo in maglia azzurra di Tommaso Bergagna, che a Tabor ha tagliato il traguardo in 20° posizione tra gli U23. Un salto nel passato per il ragazzo di Buja, che quattro anni fa tra gli junior era stato capace di sfiorare il podio a Pontchâteau; ma soprattutto un primo passo verso l’Europeo di Namur del 6 novembre.

Ma la rassegna continentale può essere inseguita anche dagli altri tre atleti della DP66 Giant SMP in gara in Repubblica Ceca. Nella prova delle Donne Open, Carlotta Borello ha chiuso in 22° posizione, migliore delle ragazze in maglia azzurra. La giovane Alice Papo, partita in ultima fila, è stata capace di rimontare fino alla 41° piazza. Per lo junior Tommaso Cafueri, la quarta presenza di Coppa della sua giovane carriera si è conclusa con un 24° posto.

 

A Casalecchio di Reno, prima prova del Campionato italiano di società, i ragazzi diretti da Maurizio Tabotta hanno centrato il successo con lo junior Stefano Viezzi, il podio dell’allievo Gregorio Acquaviva e altre tre top 5, con Martina Montagner, quarta tra le Allieve, e gli Under 23 Lisa Canciani e Tommaso Tabotta (entrambi quinti).

Al secondo test in una prova nazionale dopo Salvirola, Stefano Viezzi ha confermato il suo stato di forma aggiudicandosi la gara degli junior. Prova di dedizione quella del ragazzo di Majano (al primo anno in categoria), capace di ascoltare i consigli dello staff distribuito lungo il percorso, restare ‘coperto’ nella prima parte di gara per poi aprire il gas nelle ultime due tornate.

Prestazione solida quella dell’Under 23 del primo anno Tommaso Tabotta, in grado di restare attaccato al gruppetto dei primi quattro Open tagliando il traguardo in quinta piazza. Nella stessa gara, Manuel Casasola è stato costretto al ritiro all’ultimo giro: a fermare il friulano quando era in dodicesima piazza solo i crampi, provocati da una giornata sul campo per assistere i compagni più giovani.

 

Tra le donne Open, gara dal doppio volto per Lisa Canciani (U23) e Gaia Santin (Junior): ottima la partenza di Gaia, capace di restare tra le prime cinque nelle prime tornate per poi concludere 12° assoluta, sesta tra le Junior. Al contrario Lisa Canciani è stata costretta a risalire la china dopo uno scatto difficoltoso; la rimonta l’ha riportata in quinta posizione, a 20” dal podio.

Nelle categorie giovanili, il piemontese Gregorio Acquaviva si è aggiudicato la medaglia di bronzo; podio sfiorato per Martina Montagner, che si è accontentata della quarta piazza a causa di un paio di imperfezioni nell’ultimo giro che l’hanno penalizzata. Nono posto per la primo anno Camilla Murro, seconda tra le ragazze del 2008.

 

Secondo posto in Abruzzo anche per Vittorio Carrer, che ha chiuso la gara di Noberasco (in provincia di Teramo) alle spalle di Antonio Folcarelli. A Motta di Livenza, infine, nella terza prova del Trofeo Triveneto Ciclocross, amatori sugli scudi grazie al campione italiano Marco del Missier, vincitore della prova dei Master di Fascia 1, e Thomas Felice, terzo nella stessa prova.

Tra gli Esordienti, invece, 18° posizione per Filippo Simonitto.

Hits: 2

Di Redazione 1

https://www.facebook.com/udineselife

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi