Cividale- La UEB Gesteco Cividale alla sfida con Staff Mantova pronti ad entrare in campo, Stefano Pillastrini e Nicolas Zanco schierano queste formazioni:

UEB GESTECO CIVIDALE

Miani 7, Cassese 4, Rota (k) 10, Mouaha 8, Balde n.e., Battistini 8, Barel n.e., Clarke 18, Pepper 8, Cuccu n.e., Micalich n.e.,  Dell’Agnello 16. 

Allenatore: Stefano Pillastrini

Vice: Federico Vecchi e Alessandro Zamparini

Tiri liberi 9/14, Tiri da due 23/42, Tiri da tre 8/22, Rimbalzi 34 (22 dif. 12 off.)

STAFF MANTOVA

Lo, Miles 8, Criconia 2, Iannuzzi 6, Palermo 4, Veronesi 18, Janelidze n.e., Cortese (k) 4, Ross 4, Calzavara 12.

Allenatore: Nicolas Zanco

Vice: Andrea Niccolai

Tiri liberi 8/10, Tiri da due 19/28, Tiri da tre 6/28, Rimbalzi 31 (23 dif. 8 off.)

Arbitri: Andrea Chersicla, Moreno Almerigogna, Chiara Maschietto

Spettatori 1.640 

UEB  GESTECO CIVIDALE – STAFF MANTOVA 79 – 64

(26-14, 46-31, 61-47)

Per la prima partita del nuovo anno la Gesteco, con il forfait dell’ultimo minuto di Nikolic, era chiamata davanti al proprio pubblico ad interrompere la striscia negativa di tre sconfitte con cui aveva chiuso il suo memorabile 2022 e gli uomini del Presidente Micalich non hanno tradito le attese e le speranze dell’ambiente, disputando un match di grande applicazione ed intensità che li conferma come la rivelazione del torneo.

In avvio Pillastrini si affida a Rota, Clarke, Pepper, Miani e Dell’Agnello mentre Zanco risponde con Palermo, Iannuzzi, Ross, Veronesi e l’ex APU Cortese, con i padroni di casa che impattano decisamente meglio sul match con un Dell’Agnello infallibile al tiro sugli scudi e si portano sul +13 (20-7) quando Clarke infila la sua seconda tripla della serata a 3’48” per poi mantenere il vantaggio fino alla prima sirena (26-14). Dopo un buona partenza, nella seconda frazione, Cividale come spesso accade Cividale inizia a litigare con il canestro e subisce un parziale di 0-11 che riporta in tre minuti Mantova a contatto sul 29-27 a metà tempo; adesso però sale in cattedra Clarke che con due triple più un fallo e una penetrazione in un “amen” piazza un contro-parziale di 12-0 prima che Miani in schiacciata riporti le Aquile in quota sul 42-27 a 2’51” dall’intervallo lungo a cui si arriva con il tabellone che segna 46-31. La terza frazione inizia con un’altra tripla siderale di Clarke e il quarto fallo di Iannuzzi, con gli ospiti che soffrono la ritrovata aggressività della difesa ducale e Cividale che va sul + 22 (53-31) a 6’38”, prima che Veronesi con due triple consecutive tenti di rianimare i suoi compagni per cercare la rimonta, accorciando sul 55-40 a 4’40” dalla penultima sirena; il tentativo riesce solo in parte perché i padroni di casa, costretti a privarsi di Clarke uscito per il riacutizzarsi dell’infortunio subito a Chieti, pur faticando in attacco riescono a tenere ancora a distanza di sicurezza gli ospiti fino al termine del periodo per il 61-47. L’ultimo tempo prende avvio nel migliore dei modi per Cividale che con un tiro sul filo dei 24 secondi di Rota e due triple di Battistini rispediscono i virgiliani sul – 20  (71-51) a 6’10”, prima di subire un parziale di 2-10 che riaccende un tardivo tentativo di Mantova di rimettere in discussione il match (71-61) a 2’50” che però stavolta i padroni di casa non si fanno sfuggire, incamerando i due preziosissimi punti per la loro classifica imponendosi alla fine per 79-64 e ribaltando così anche la differenza canestri negli scontri diretti. 

Giuseppe Passoni 

Hits: 21

Di Redazione 1

https://www.facebook.com/udineselife

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi