Udine – GSA Gruppo Servizi Associati, società leader a livello europeo nel campo della sicurezza e prevenzione antincendio, oggi specializzata nella fornitura di tutta la Safety Chain, a protezione di infrastrutture critiche, edifici pubblici e impianti industriali, è la prima azienda italiana nel settore in cui opera nella classifica Italy’s Best Employer 2024. La graduatoria raccoglie le 450 aziende top in Italia valutate sulla base di un sondaggio indipendente che ha visto la partecipazione di circa 20.000 lavoratori dipendenti in oltre 4.500 aziende con più di 250 dipendenti in Italia. Questa speciale classifica è realizzata da Statista, leader mondiale dell’analisi statistica.

Alessandro Pedone, vicepresidente e fondatore di GSA ha commentato: “In questi anni il mercato del lavoro è fortemente cambiato. GSA da tempo mette al centro del suo percorso di crescita le risorse umane, quale cardine delle proprie best practices. Essere primi significa per noi essere sempre più attrattivi nel mercato del lavoro e ancor meglio percepiti dai clienti. Ormai il wellbeing aziendale deve essere al centro di un sano sviluppo”.

«È motivo di orgoglio apprendere che anche quest’anno GSA, nel proprio settore, è ai vertici della classifica Best Employer di Statista – ha dichiarato Antonio Musacchio, Amministratore Delegato di GSA Gruppo Servizi Associati – Nel corso del 2023 abbiamo finalizzato importanti trattative sindacali che hanno visto tra le tante novità anche il riconoscimento di buoni pasto per migliaia di lavoratori. Continuiamo incessantemente a lavorare per raggiungere gli obiettivi del nostro piano ESG attuando una politica attenta alla salvaguardia dell’ambiente e alle tematiche sociali. Grazie alle recenti acquisizioni – continua Antonio Musacchio – GSA supererà i 200 milioni di euro di ricavi. Inoltre entra, tramite la consociata spagnola Previnsa, nel complesso mondo delle centrali nucleari divenendo leader europeo in un ambito fortemente specialistico, caratterizzato da stringenti regole e procedure».

La società che conta ricavi consolidati pari a 173 milioni di euro nel 2022 e oltre 5.000 dipendenti – con sede legale a Roma, Direzione Generale a Udine e ulteriori sedi a Milano, Genova, Aosta, Firenze, Napoli, Bari, Cagliari, Oristano e filiali a Chamonix e a Lione, in Francia – ha ottenuto una valutazione di 7,83 su 10 risultando quindi la prima nel settore della prevenzione, sorveglianza e primo soccorso antincendio per le grandi infrastrutture.

GSA opera per numerosi e importanti clienti, tra i quali spiccano ASPI, Anas, il Traforo del Monte Bianco sia per la parte italiana sia per la parte francese (con una continuità di prestazioni ininterrotta dal 2006), il traforo del Gran Sasso, l’Autostrada Brescia-Verona-Vicenza-Padova, Regione Lombardia e Fincantieri e ancora le più importanti aziende ospedaliere, fra le quali il Policlinico Umberto I di Roma, il Policlinico Universitario Gemelli, l’ospedale pediatrico Meyer di Firenze e l’Istituto Gaslini di Genova.  Inoltre, la divisione Facility vede come clienti il Senato della Repubblica, il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, il Museo Egizio, la regione Toscana e la regione Marche. GSA è anche il maggior player nazionale del comparto security universitaria e gestisce la sicurezza dell’Università di Napoli “Federico II”, dell’Università degli Studi di Palermo, dell’Università Ca’ Foscari di Venezia e dell’Università degli Studi di Verona. 

I temi della ricerca anonima che hanno generato la classifica e permesso di formare una valutazione sul grado di soddisfazione e benessere del lavoro all’interno delle aziende vede in cima il welfare a cui si è aggiunto il concetto di wellbeing, un più generale benessere per la conciliazione dei tempi vita-lavoro, oltre allo smart working, senza dimenticare la sfida economica per chi è stretto tra contratti incerti e l’inflazione. Per accrescere il benessere dei lavoratori, con l’obiettivo di trattenerli o di portarsi in casa i migliori talenti, le società garantiscono anche un alto livello di formazione.

La graduatoria vede primeggiare, nei propri settori d’appartenenza, grandi realtà come Volkswagen, Google, Fratelli Carli, Banca d’Italia, Pandora, Tenaris, La Sapienza di Roma e Apple.

Di Redazione 1

https://www.facebook.com/udineselife

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *