Le prossime attività in lingua friulana del Museo etnografico del Friuli. Laboratori per bambini e una visita guidata per famiglie

Nei mesi di ottobre e novembre il Comune di Udine propone una serie di attività e laboratori in lingua friulana dedicati alle bambine e ai bambini delle scuole dell’infanzia e delle scuole primarie. Gli incontri in programma al Museo etnografico del Friuli sono 3, in lingua friulana, e sono costruiti sulle storie della tradizione popolare. I racconti verranno reinterpretati in chiave moderna dall’autrice Lucia Pinat che accompagnerà i bambini attraverso percorsi di parole, musica, arte, teatro e gioco.

Si parte venerdì 27 ottobre con “La gnot dai Muars/La notte dei morti”, una lettura scenica in musica dedicata a bambine e bambini della scuola primaria, basata sul racconto “La gnot dai muarts tal lûc brusât”, che si immergerà nei misteri contenuti nelle vecchie storie della tradizione popolare relative alla Festa dei morti, guardando allo stesso tempo agli usi moderni. Venerdì 3 novembre e venerdì 10 novembre, saranno invece proposte due attività dedicate anche alle bambine e ai bambini dell’ultimo anno della scuola dell’infanzia, “Il Gjalut postin/Il Galletto postino”, una storia ispirata alla versione friulana dei “Musicanti di Brema”, e “L’Arbul feliç/L’Albero felice”, sul ciclo delle stagioni. I laboratori porteranno bambine e bambini nel folclore del nostro territorio, attraverso le storie, i costumi, le immagini e le particolarità della tradizione friulana.

Inoltre, proprio in occasione della giornata nazionale del folclore e delle tradizioni popolari che cade il 26 di ottobre, domenica 29 il Museo Etnografico del Friuli accoglierà il gruppo folcloristico di Pasian di Prato, che animerà il museo con danze, canti e musiche della tradizione friulana. Daria Miani, conduttrice della trasmissione per bambini “Maman”, coordinerà le attività e guiderà la visita, anche in questo caso in lingua friulana, nelle sale dedicate alla musica e all’abbigliamento tradizionale.

“L’Ufficio per la Lingua Friulana del Comune di Udine – commenta Stefania Garlatti-Costa, consigliera delegata all’Identità friulana e Plurilinguismo – ha intrapreso un percorso molto proficuo con il Museo Etnografico del Friuli, indirizzato soprattutto alle famiglie e alle scuole. Il friulano, ma anche lo sloveno e il tedesco – sottolinea la consigliera – come le culture che queste lingue trasmettono, sono un patrimonio molto prezioso del nostro territorio che intendiamo valorizzare e condividere attraverso il gioco e il divertimento dei più piccoli”.

apvc-icontalk: 0

Di Redazione 1

https://www.facebook.com/udineselife

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *