Gardi e’ una sarta, forse un po’ clown, in ogni caso disordinata, la sua bottega e’ carica di tessuti e lei e’ avvolta in essi e in un disordine esistenziale che non le fa distinguere i materiali dai risultati.
Nemmeno una sorta di specchio magico la aiuta a dipanare una matassa esistenziale che la offre nella sua variabile casualità.
3700 rappresentazioni in 36 paesi e 20 premi artistici alla carriera.
Ecco Gardi al Ristori, a fare ridere bambini e adulti con il suo linguaggio gestuale che sottende molte parole.
Spettacolo tragicomico a più letture, inevitabilmente divertente.

Vito Sutto

apvc-icontalk: 0

Di Redazione 1

https://www.facebook.com/udineselife

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *