Udine, 8 luglio 2023 – Le grandi orchestre internazionali e le eccellenze musicali del nostro territorio, le star della classica e giovani interpreti già avviati a una carriera di successo, la lirica e la danza fra tradizione e ispirazioni contemporanee. I protagonisti indiscussi della prosa nei migliori allestimenti, acclamati autori di ieri e di oggi accomunati dall’appartenenza a un teatro popolare d’arte ma anche dall’esplorazione di nuovi linguaggi, comunque sempre vicini al sentire di oggi. E poi gli spettacoli per le famiglie e per il pubblico giovane e giovanissimo, l’operetta che sempre affascina, le Lezioni di Storia e tanti altri appuntamenti fraconferenze-concertolaboratori, visite guidateincontri con i protagonisti e le protagoniste della scena.

C’è tutto questo e molto di più nella ventisettesima Stagione del Teatro Nuovo Giovanni da Udine: una stagione che vede alla guida i nuovi direttori artistici Fiorenza Cedolins per la Musica e la Danza, e Roberto Valerio per la Prosa. Una stagione che nasce sotto i migliori auspici dopo l’archiviazione di un cartellone, quello 2022/23, dai numeri senza alcun dubbio lusinghieri.

“Siamo felici di constatare che il pubblico è tornato più che mai numeroso nel nostro teatro dopo la difficile parentesi della pandemia – sottolinea il presidente della Fondazione Teatro Nuovo Giovanni da Udine, Giovanni Nistri –. I numeri della precedente Stagione, che indubbiamente è nata nell’incertezza, ci hanno confortato oltre le nostre più rosee aspettative, con 3500 abbonamenti venduti e più di 46mila spettatori. Abbiamo messo in campo tutto il nostro impegno per raggiungere questo risultato ma, come sempre, non possiamo che riconoscere che il merito maggiore è di quanti si dimostrano felici e desiderosi di vivere l’esperienza dello spettacolo dal vivo nella nostra bellissima sala. Ora guardiamo con fiducia al futuro e presentiamo un nuovo cartellone che nasce nel segno della positività e dell’entusiasmo: emozioni che sono ben rappresentate dall’immagine realizzata per noi dall’artista veneziano Lucio Schiavon. Un’immagine che trasmette apertura, allegria, amore per il teatro: un teatro che unisce, perché vuole essere la casa di tutti”.

Riflettori puntati dunque sul nuovo cartellone 2023/24 il cui ricco programma conta oltre 60 appuntamenti (contro i 45 della scorsa stagione) e più di 80 alzate di sipario.

MUSICA

“Sono grata a questo Teatro per avermi dato la possibilità di proporre al pubblico molte realtà musicali interessanti a livello nazionale ed europeo – sottolinea la direttrice artistica Fiorenza Cedolins -. Per questa Stagione ho voluto puntare su contaminazioni fra generi musicali, con programmi che spaziano dai capolavori della classica a brani di autori anche contemporanei, ponendo particolare attenzione a giovani artisti che già si stanno avviando a una carriera di successi e valorizzando le risorse artistiche del territorio. Molte anche le collaborazioni con le più importanti istituzioni musicali della nostra regione, come il Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Tieste, FVG Orchestra, il Coro del Friuli Venezia Giulia. Sarà una stagione di scoperta, di talenti e di bellezza, che mi auguro gli spettatori vorranno vivere assieme alle persone amate, con gioia e passione riprendendo così a tessere la meravigliosa tela delle straordinarie, irripetibili emozioni condivise insieme dal vivo. Il programma che oggi presentiamo, già di per sé ricco, sarà ulteriormente implementato da altre importanti novità che annunceremo a breve e che riguarderanno soprattutto il pubblico dei più giovani e delle famiglie”.


Ad inaugurare ufficialmente la Stagione sarà il ritorno, il 6 ottobre, dell’orchestra tedesca Dresden Philharmonic, accompagnata per l’occasione dalla giovane e talentuosissima violoncellista Julia Hagen. Sul podio, una celebre bacchetta anch’essa nota al pubblico del Giovanni da Udine, il direttore polacco Krizstof Urbański.  Il cartellone di Musica proseguirà quindi con un’ampia serie di concerti con orchestre sia sinfoniche che da camera, chiamate a interpretare pagine fra le più conosciute e amate del repertorio classico e romantico. Ma saranno anche esplorate nuove geografie musicali proposte da compositori contemporanei, dove spiccano svariate protagoniste femminili e dove il canto ha un ruolo di assoluto rilievo. 

Particolarmente atteso il ritorno della Filarmonica della Scala, presente con il suo direttore principale Riccardo Chailly; l’evento segna anche il debutto nel nostro Teatro di un pianista dal curriculum stellare, il giovanissimo Aleksander Malofeev. In arrivo da Salisburgo troveremo la Female Symphonic Orchestra Austria diretta dalla sua fondatrice, Silvia Spinnato, appuntamento al quale parteciperà, a scopo benefico, anche la direttrice artistica Fiorenza Cedolins. Dal Nord Europa giungerà invece la Kremerata Baltica con il pianista Georgijs Osokins. Ai grandi nomi internazionali si uniranno numerose compagini italiane di fama: l’Orchestra Haydn di Bolzano e Trentosul cui podio salirà Michele Mariotti, direttore musicale principale del Teatro dell’Opera di Roma e ospite delle più prestigiose sale da concerto e d’opera del mondo; l’Orchestra Barocca di Venezia diretta da Andrea Marcon; l’Orchestra Arcangelo Corelli con il suo direttore Jacopo Rivani. Fra le eccellenze del nostro territorio spiccano la FVG Orchestra e il Coro del Friuli Venezia Giulia impegnati nella Messa da Requiem di Giuseppe Verdi con la conduzione di uno dei massimi esperti del repertorio verdiano, Roberto Abbado. Particolare attenzione sarà riservata al canto, con la presenza di star come Francesco DemuroMurat Karahan, Gregory Kunde, Annalisa Stroppae altri giovani interpreti che si distinguono per una già brillantissima carriera. Per la prima volta il Teatro Nuovo Giovanni da Udine ospiterà la finale e il gala di premiazione dei vincitori del 1° Concorso di Canto Lirico Virtuale SOI Scuola dell’Opera Italiana Fiorenza Cedolins,iniziativa che ha conosciuto in pochi anni un incredibile successo con la partecipazione di oltre cinquecento artisti provenienti da tutto il mondo. Completa il programma l’immancabile, amatissimo Concerto di San Silvestro affidato come vuole tradizione alla Strauss Festival Orchester Wien, diretta al violino da Willy Büchler e affiancata dal giovane soprano Yutong Shen.

Per la Lirica, doppio appuntamento con la Manon Lescaut di Giacomo Puccini e La Cenerentola di Gioachino Rossini, entrambe produzioni del Teatro Lirico Giuseppe Verdi Trieste.

DANZA
La Danza spazierà dal capolavoro del repertorio classico, Giselle – nella versione della storica coreografa del Festival dell’Arena di VeronaMaria Grazia Garofoli, con due stelle della danza classica, Iana Salenko e Dinu Tamazlacaru – al balletto contemporaneo Igra proposto dai coreografi e registi Mattia Russo Antonio de Rosa per il collettivo italo-spagnolo Kor’sia, che unisce alla danza elementi cinematografici, fotografia, letteratura e scultura.

PROSA

“Questa mia prima stagione al Teatro Nuovo è stata pensata mettendo al centro il pubblico – spiega Roberto Valerio – che è parteattiva dell’accadimento e deve sentirsi coinvolto dallo spettacolo che sta vedendo. Accanto a nomi già molto conosciuti e amati dagli spettatori del Giovanni da Udine ho voluto proporre anche alcuni lavori di registi che non hanno frequentato spesso questo palcoscenico e raccontano molto bene il mondo di oggi, come ad esempio Antonio Latella, nome di assoluto rilievo e fra i più apprezzati anche all’estero, oppure Mattia Torre, autore e regista che purtroppo ci lasciato prematuramente ma ha saputo regalarci capolavori straordinari in cui possiamo ritrovarci.  Vedremo classici letti e interpretati in chiave contemporanea, capaci di parlare al pubblico di oggi. In programma anche una serie di tre mise en scène che curerò personalmente, dedicata a tre donne eccezionali che al Friuli Venezia Giulia sono state legate per nascita o per scelta di vita, e un progetto speciale nel 60mo anniversario della tragedia del Vajont. Auguro a tutti di venire in questo Teatro sentendosi come a casa: fra amici, fra persone care, con la voglia di condividere emozioni, passione, gioia per la vita”.


La Stagione di Prosa partirà il 10 ottobre con La coscienza di Zeno per la regia di Paolo Valerio e, nel ruolo del protagonista Alessandro Haber. Variegata e costellata di nomi di indiscusso rilievo la proposta artistica che spazierà dalla commedia moderna al musical, dai capolavori classici alle drammaturgie contemporanee: spettacoli di qualità assoluta, fatti da artisti e artiste che sanno parlare al pubblico con il linguaggio vero del teatro. Densa di stelle la gallery di attrici, attori e registi che calcheranno il nostro palcoscenico: fra questi Massimo Popolizio cheaffronta “come in un film ma a teatro” Uno sguardo dal ponte di Arthur Miller, uno degli autori a lui più congeniali, e Sonia Bergamasco, magnifica interprete de La locandiera di Carlo Goldoni per la regia di Antonio LatellaFilippo Dini, recentissimo Premio Flaiano per il Teatro, firma la regia e interpreta Agosto a Osage County, commedia scritta dal premio Pulitzer Tracy Letts, mentre un funambolico Arturo Brachetti è la star di Cabaret The Musical assieme a Diana Del Bufalo. Genere sempre amatissimo dal pubblico, il musical si ripresenta in scena con altri due spettacoli cult, Billy Elliot Il Musical con la regia di Massimo Romeo Piparo e le meravigliose melodie di Elton John, eA Christmas Carol – il Musical, titolo perfetto da vivere in famiglia o con gli amici nel periodo natalizio. La commedia contemporanea è rappresentata dalla trasposizione teatrale del grande successo cinematografico di Paolo Genovese Perfetti sconosciuti, e da Scusa sono in riunione…ti posso richiamare?  spettacolo di e con Gabriele Pignotta e una splendida Vanessa Incontrada che nella scorsa stagione ha registrato ovunque il tutto esaurito. Marco Paolini racconterà con il suo inconfondibile stile narrativo e tanta musica una generazione che gli è particolarmente vicina, la sua, in Boomers, mentre Stefano Massini sarà con noi ne L’interpretazione dei sogni, in cui lo scrittore toscano premiato con un Tony Awards ci conduce per mano nel misterioso mondo dell’IO come un detective davanti a un enigma. Rocco Papaleo farà il suo esordio sul nostro palcoscenico ne L’Ispettore Generale di Gogol e Silvio Orlando sarà di scena inCiarlatani del giovane regista madrileno Pablo Remón, satira sul mondo del teatro e dell’audiovisivo.

Rappresenta una novità di questa Stagione la rassegna Soggetto Donna, tre appuntamenti a cura di Roberto Valerio dedicati a tre donne eccezionali che al Friuli Venezia Giulia sono state legate per nascita o per scelta di vita. Donne che hanno illuminato la storia e continuano a brillare nel nostro presente: Carolina Coen LuzzattoCaterina Percoto Margherita Hack, che sulla scena saranno incarnate dalle splendide attrici Alvia Reale, Anna Bonaiuto e Manuela Mandracchia

La rassegna Operette e altri incanti ritorna con due titoli classici, entrambi con l’orchestra in buca – Al cavallino bianco proposto dalla Compagnia Abbati e La principessa della Czarda della Compagnia Teatro Musica Novecento – e una splendida incursione nella musica leggera di classe assicurata da Gianluca Guidi, protagonista di Sinatra, The Man and his Music.

Per i giovanissimi… dai 3 anni in su non mancherà Teatro Bambino con tre appuntamenti pensati appositamente per loro: Il VoloSeMinoStreghe, tutti in programmazione nella seconda parte di Stagione la domenica pomeriggio.

ALTRE RASSEGNE E APPUNTAMENTI COLLATERALI

Teatro Scuola proporrà tre matinée dedicate agli studenti e alle studentesse: per la prosa Boomers di Marco Paolini e Cirano deve morirediretto da Leonardo Manzan, spettacolo-concerto in bilico tra musical e dj set dove rime taglienti e rap si inseguono a ritmo vertiginoso; per quanto attiene alla lirica, sarà riservata alle scuole la prova generale de La Cenerentola di Gioachino Rossini. 

Ritornano nel corso della Stagione 2023/24 anche le Lezioni di Storia con relatori di grande fama e autorevolezza, realizzate dallaFondazione Teatro Nuovo Giovanni da Udine in collaborazione con Editori Laterza, il cui calendario sarà annunciato a breve. Non mancheranno infine gli appuntamenti di Casa Teatro, nonché un programma di conferenze-concerto e incontri di approfondimentocon note personalità del mondo della musica, in via di definizione.

Gli amatissimi laboratori di piccola scenografia teatrale saranno condotti nel segno della creatività da Margherita Mattotti ed Eloisa Gozzi, mentre le visite guidate teatralizzate che tanto successo stanno riscuotendo fra il pubblico saranno realizzate in collaborazione conAnà-Thema Teatro

Confermate infine le collaborazioni ormai consolidate con la Civica Accademia di Arte Drammatica Nico Pepe – che presenterà il saggio spettacolo Alamut Il segreto della fortezza. Dietro la maschera del potere diretto da Claudio de Maglio – e con il CSS Teatro Stabile d’Innovazione nell’iniziativa Udine Città-Teatro per i Bambini.

INFORMAZIONI IMPORTANTI PER IL PUBBLICO

La campagna abbonamenti partirà il 1° settembre 2023. Dall’11 al 31 luglio sarà possibile confermare il proprio abbonamento a posto fisso – senza quindi modificare turno e posto – usufruendo di uno sconto del 5%. Tale modalità sarà attiva solo online, accedendo dall’apposita sezione nell’homepage del sito www.teatroudine.it

ORARI DEGLI SPETTACOLI: LE NOVITA’

Una importante novità di questa Stagione riguarda anche gli orari di spettacolo. Quasi tutti gli appuntamenti in orario serale inizieranno infatti alle 20.30 anziché alle 20.45, per permettere a un pubblico ancora più ampio di fruire della programmazione in una fascia oraria agevolata.

UN GRAZIE SPECIALE A…

Un ringraziamento speciale va a tutte le aziende ed enti che, a diverso titolo, continuano a sostenere le attività e la programmazione del Teatro Nuovo Giovanni da Udine, fra i quali in particolare Fondazione Friuli, Danieli & C. Officine Meccaniche S.p.A, Confindustria Udine, Consorzio Banca Mediolanum Udine, Amga Energia & Servizi – Gruppo Hera, Civibank Gruppo Sparkasse, Banca di Udine, Piaval, British School FVG, Farmacia Colutta (Udine).

apvc-icontalk: 0

Di Redazione 1

https://www.facebook.com/udineselife

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *