A distanza di tre anni dalla rassegna continentale di Silvelle di Trebaseleghe, il friulano di Buja sfodera un’altra bella prestazione su uno dei tracciati più celebri del mondo come quello di Namur.

Il miglior modo di chiudere una prima parte di stagione che ha visto il portacolori della DP66 Giant SMP partecipare al raduno della nazionale in Spagna (dal 5 al 18 ottobre), tornare in azzurro in Coppa del Mondo a Tabor (a quattro anni dalla prova del 27 gennaio 2019 a Hoogerheide) e ottenere il quinto posto nella prova internazionale di Brugherio.

«Sognavo una top 15 e, nonostante sia partito dalle retrovie, ho sfiorato il mio obiettivo», conferma Tommaso Bergagna«È stata una grandissima esperienza, giunta al termine di un periodo molto intenso in maglia azzurra; un periodo in cui abbiamo creato un gruppo e fatto vedere che anche noi possiamo giocarci le posizioni che contano. Questa consapevolezza è ciò che mi porto via dal Belgio: dopo un periodo di riposo, mi concentrerò sulla seconda parte della stagione, in cui punterò a fare del mio meglio all’Italiano e, perché no, al Mondiale».

Gli Europei del team DP66 Giant SMP proseguiranno domenica con le gare degli altri quattro portacolori convocati in nazionale. Alle 11:00 scatteranno gli junior Tommaso Cafueri e il debuttante Stefano Viezzi. Dalle 13:15 toccherà poi a Carlotta Borello e Alice Papo, che prenderanno parte alla prova riservata alle Under 23.

Hits: 5

Di Redazione 1

https://www.facebook.com/udineselife

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi