Sonja Ben e il gruppo The Avalanche vince il Contest musicale

foto grov

Sonja Ben Mahklouf e il gruppo The Avalanche sono i vincitori della sesta edizione di Play! il contest musicale organizzato da The Groove Factory e a.d.s. Dreamers, con main sponsor Città Fiera. Nel live di sabato scorso a Martignacco, i sei finalisti – i gruppi No Good e The Avalanche e la cantautrice Monica Commisso per la categoria brani originali e George Dante Lotti, Anna Tonazzi e Sonja Ben Mahklouf per la categoria cover – si sono esibiti davanti a una giuria tecnica composta dal cantante e produttore Michele Guaitoli, dal produttore dell’etichetta discografica Epops Music Moreno Buttinar e da Linda Fiore, giornalista e speaker di Radio Gioconda.

Nella categoria cover ha trionfato la ventiquattrenne Sonja Ben Mahklouf, in arte Behnki, con l’esecuzione voce e ukulele del brano di Gino Paoli Il cielo in una stanza.

«Tra i tre finalisti della categoria cover – ha dichiarato Michele Guaitoli a nome della giuria – è stata quella che più ha colpito per identità e riconoscibilità, oltre ad aver fatto centro nella scelta dell’ukulele per accompagnarsi».

Vincitori della categoria brani originali la band pordenonese The Avalanche. Capitanata da Daniele Crovato alla voce e chitarra, la formazione si completa con Luca De Giusti alla batteria e Stefano De Cicco al basso. Il brano proposto alla finale si intitola Scarlet e ha riscosso un ottimo successo dal pubblico presente alla finale. La giuria ha trovato il brano originale “assolutamente ben composto sia dal punto di vista strutturale che delle melodie. La band è inoltre ben inquadrata dal punto di vista stilistico e dell’immagine, facendo presupporre una buona maturità artistica”.

Entrambi i vincitori sono stati premiati con un buono da 300€ ciascuno da utilizzare alla The Groove Factory per incidere un brano o effettuare servizio fotografico.

Gli Avalanche sono una band pordenonese nata nel 2008 proponendo da subito un repertorio di musica inedita, ottenendo riconoscimenti a livello regionale e nazionale, suonando a festival e concorsi come Onde sonore, Orvieto pop rock festival, Music in Village, Summerend Festival e l’Isola della Musica. Negli ultimi anni hanno continuato a coltivare la loro passione a livello locale portando avanti un progetto sempre più maturo e consapevole. Influenze musicali molto vicine alle sonorità d’oltre manica, mescolate in alcuni casi a quelle del rock progressivo di band che hanno fatto la storia della musica italiana come la PFM  e le Orme.

La musica per gli Avalanche è da sempre luogo di sperimentazione e divertimento, per dare sfogo alle loro emozioni e condividerle con chi li ascolta.