Presso il Museo della Fotografia del Castello di Udine, il Professor Gianfranco Ellero ha presentato al Sindaco Pietro Fontanini e all’Assessore alla cultura Fabrizio Cigolot una ventina delle quaranta foto di Carlo Bevilacqua da lui donate al Comune e che verranno presentate al pubblico, non appena la situazione epidemiologica lo permetterà, nell’ambito della mostra, già allestita, dal titolo “Carlo Bevilacqua. Fotografie dal fondo Ellero”.

Alcune delle quaranta fotografie sono entrate a far parte in modo permanente del percorso del Museo.

Il Professore ha illustrato alcune delle immagini esposte riguardanti soprattutto paesaggi – umani e naturali – e ritratti evocativi di un Friuli ormai da lungo tempo scomparso.

“Desidero ringraziare il Professor Ellero – ha sottolineato il Sindaco – per questa importante donazione che va ad arricchire il nostro patrimonio museale attraverso la presenza di uno dei più grandi fotografi friulani e italiani. Carlo Bevilacqua è stato infatti un maestro e allo stesso tempo il testimone di un Friuli che già all’epoca, negli anni Cinquanta, stava scomparendo, incalzato dall’avanzata della modernità. Con l’allestimento di questa mostra prosegue quindi l’impegno di questa Amministrazione di valorizzare i grandi nomi del Friuli, presentando le loro opere nella prestigiosa sede del Castello di Udine. Non appena la situazione lo consentirà, la mostra sarà aperta al pubblico”.

“Con il riallestimento del Museo Friulano della Fotografia – ha aggiunto l’Assessore Cigolot – abbiamo finalmente a disposizione uno spazio che ci consente di proporre i maestri della fotografia friulana valorizzando in questo modo uno sguardo retrospettivo che percorre tutte le tappe della storia di questo nostro territorio”.

Redazione

Hits: 5

Di Redazione 1

https://www.facebook.com/udineselife

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi