Caserma OSOPPO: parte destinata ad housing sociale

UDINE – La giunta ha deliberato la modalità per il trasferimento di proprietà della porzione Caserma Osoppo destinata al “Fondo Housing Sociale FVG” gestito da Finint SGR SpA. Tale trasferimento avverrà attraverso il pagamento di un contributo finanziario corrisposto in un’unica soluzione pari a 715.000, per un totale di 11.000 mq, come corrispettivo che il Comune riceverà una tantum a fronte della cessione della superficie.

Il Fondo Housing Sociale, gestito da Finint SGR SpA, è titolato a presentare e ottenere tutte le pratiche edilizie necessarie alla realizzazione dell’intervento presentato in sede di partecipazione al Bando Periferie per la realizzazione di 76 alloggi da assegnare con un canone massimo di locazione convenzionata annuale pari a 65 mq e al prezzo massimo di vendita di euro 1.650/mq. La ripartizione tra vendita convenzionata e locazione convenzionata per 15 anni è stata fissata rispettivamente nel 20% e nell’80%.

“Quello delle caserme – ha commentato l’Assessore al patrimonio del Comune di Udine Francesca Laudicina – è un patrimonio rimasto purtroppo per anni inutilizzato, con la conseguenza che molti edifici sono oggi fatiscenti e inutilizzabili. Per questo motivo è importante che oggi questi spazi che appartengono a tutti vengano recuperati e utilizzati, soprattutto se con finalità di tipo sociale. I vincoli di assegnazione degli spazi abitativi sino infatti pensati tenendo conto dei giovani e delle famiglie con bambini piccoli, e più in generale a tutti coloro che non potrebbero permettersi una casa a condizioni standard. Ma questo progetto rappresenta anche un ulteriore passo verso la riqualificazione di un quartiere che per troppi anni è stato relegato a periferia dimenticata”.

“Con questi soldi – ha aggiunto il Vicesindaco Loris Michelini – andremo a realizzare, sempre all’interno della caserma Osoppo, un nuovo asilo nido e una nuova scuola materna a sé stanti rispetto all’edificio dell’housing sociale e collocati vicino ai parcheggi, al centro sportivo e al parco”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *